La Fondazione ha natura associativa e ha come scopo quello di perseguire secondo i principi del Beato Federico Ozanam e San Vincenzo De Paoli, attraverso il volontariato finalità di solidarietà sociale, attività socio sanitarie e di beneficenza anche per mezzo di iniziative di ricerca scientifica. Le attività della Fondazione sono rivolte con particolare attenzione a chi vive in condizioni di difficoltà e disagio. La Fondazione non ha fini di lucro e a titolo esemplificativo e non esaustivo svolge le seguenti attività: 1) sviluppare contatti e collaborazioni non solo con le organizzazioni vincenziane ma anche con altre Associazioni e Fondazioni con analoghe finalità; 2) tutelare i diritti civili e rimuovere le varie forme di emarginazione e povertà, fornendo assistenza concreta ai bisognosi, tramite la creazione e/o la gestione di centri di accoglienza notturni e diurni, di presidi medico-sanitari, di mense, di centri di raccolta di cibo, indumenti e generi di prima necessità, ubicati presso strutture proprie o convenzionate con la Fondazione stessa. Dette attività comprendono anche l’organizzazione e il coordinamento di gruppi di volontari, (anche tramite l’ausilio di mezzi di trasporto specifici) che forniscono pasti caldi, assistenza sanitaria e generi di prima necessità ai senza fissa dimora recandosi direttamente nei luoghi di maggiore aggregazione (stazioni, piazze, parrocchie ecc.); 3) promuovere ogni iniziativa volta al reinserimento nella società dei senza fissa dimora, anche attraverso attività di sostegno psicologico, di momenti di socializzazione, di attività di formazione e di lavoro volte a recuperare il proprio equilibrio individuale; 4) favorire il percorso di reinserimento nella società degli ex detenuti o dei detenuti in regimi alternativi alla detenzione, attraverso attività di sostegno psicologico, di momenti di socializzazione, di vita comunitaria, di proposte responsabilizzanti, di attività di formazione e di lavoro. Dette attività possono essere realizzate, sia nelle carceri, che all’interno di apposite strutture create ad hoc per il reinserimento dei detenuti, sia all’esterno; 5) promuovere l’uguaglianza e il rispetto delle differenze, diffondendo la cultura, della gratuità e della solidarietà attraverso iniziative di formazione degli operatori impegnati nei servizi sociali, sia pubblici sia privati e nelle attività di volontariato; 6) organizzare e collaborare a ricerche scientifiche e a pubblicazioni ispirate alla diffusione dei valori della solidarietà, della parità, dell’uguaglianza e che sensibilizzino la società rispetto ai problemi di maggiore attualità, anche finanziando progetti e ricerche o erogando borse di studio; 7) realizzare forme di convivenza con i disabili per facilitare il loro inserimento nelle realtà sociali, anch eattraverso la realizzazione di attività ricreative (laboratori, gite, momenti di gioco/svago) e lavorative; 8) reperire e trasportare generi alimentari e di prima necessità da destinare ai bisognosi, anche attraverso la creazione di punti di raccolta, che abbiano la funzione di banco alimentare; 9) promuovere iniziative a favore degli anziani in un’ottica di promozione di attività aggreganti e ricreative (corsi di formazione, sport, iniziative culturali ecc.); 10) promuovere e realizzare attività di volontariato, anche all’interno degli Ospedali e di Speciali Strutture di ricovero, volte ad alleviare le sofferenze di anziani, ammalati e disabili. Dette attività comprendono sia momenti di intrattenimento e aggregazione, sia servizi specifici, quali, ad esempio, il trasporto con mezzi attrezzati dalla propria abitazione presso Centri medici, in caso di visite o controlli; 11) promuovere e diffondere tutte le iniziative volte al sostegno e all’aiuto di donne e minori in stato di bisogno e/o vittime di violenza, anche tramite l’accoglienza e/o il trasporto presso strutture specifiche; 12) sostenere ogni iniziativa culturale e didattica che favorisca momenti di aggregazione e di condivisione tra le persone, nonchè la crescita umana e sociale, promuovendo e organizzando ad ogni livello iniziative, quali, corsi, convegni, seminari, conferenze e incontri di studio e formazione inclusi studi per l’istituzione di una cattedra universitaria o iniziative didattiche relative alle tematiche della solidarietà in campo sociale e vincenziano; 13) promuovere pubblicazioni e riviste culturali che curino le tematiche di solidarietà sociale secondo il Beato Federico Ozanam e San Vincenzo De Paoli, nonchè curare e valorizzare gli archivi storici delle organizzazioni vincenziane; 14) indire e organizzare interventi di emergenza in caso di pubbliche calamità che si verifichino sia in ambito locale sia altrove, anche tramite il trasporto in loco di cibo e generi di prima necessità.  COME CONTRIBUIRE   E' possibile contribuire alle attività ed ai progetti della Fondazione:  Con un bonifico:  Fondazione Federico Ozanam – Vincenzo De Paoli – Onlus BANCA PROSSIMA – IBAN: IT18F0335901600100000013394 Causale: “Aiuti alle finalità dell’Ente”   Fondazione Federico Ozanam – Vincenzo De Paoli – Onlus UNICREDIT - IBAN: IT16S0200803284000104453225 Causale:“Aiuti alle finalità dell’Ente”   Tutte le somme versate a favore della Fondazione a partire dall' 11/01/2010 (data di riconoscimento ONLUS) sono deducibili, nei limiti di legge, dalla dichiarazione dei redditi.  Con il "5 per mille"  Tramite la propria dichiarazione dei redditi si può destinare il proprio 5 per mille indicando nello spazio apposito il codice fiscale (C.F. 96386120586) della Fondazione e apponendo la propria firma nella casella dedicata.
FONDAZIONE BEATO FEDERICO OZANAM SAN VINCENZO DE PAOLI ONLUS Eretta in Ente Morale con D. M. del 27/1/ 2000
ATTIVITA'